BELLO IL PERSIANO, MA QUANTO MI COSTA ??!!!!

Il titolo di questa sezione è contemporaneamente una domanda ma anche una affermazione, nel senso che, a parte quegli allevatori stranoti e che spesso cedono i loro cuccioli a prezzi effettivamente molto alti, vi sono poi tutta una seria di altri allevatori, meno affermati ma non per questo meno seri, semmai il contrario, che cedono i loro cuccioli a prezzi ragionevoli ma che sono percepiti dalla maggior parte delle persone che vi si rivolgono, come eccessivi, quasi fuori mercato. Negli articoli che seguono, sia io sia alcuni miei colleghi, facciamo la conta delle spese che sosteniamo, con il fine di giustificare le somme che richiediamo, somme che nella maggioranza dei casi rappresentano un semplice rimborso delle spese sostenute per tirar su al meglio la cucciolata.

Qual’è il prezzo ragionevole al quale un gatto di razza deve essere ceduto non sono io a poterlo stabilire, ne tantomeno ho intenzione di farlo, anche perchè le variabili in gioco sono molte: dalla qualità dei soggetti utilizzati, a tutti gli accorgimenti di ordine allevatoriale che ognuno di noi mette in atto per garantire alla propria clientela gatti sani e dal comportamento calmo ed equilibrato, fino a tutta una serie di spese fisse di ordine associativo ed espositivo, che occorrono per tutta la documentazione legale (pedigree e quant’altro), che con la legge 529 del 30 dicembre 1992, è un obbligo al quale noi allevatori siamo chiamati, per fornire delle giuste garanzie ai nostri clienti.

Le esposizioni per noi allevatori, non sono dei diversivi mondani, ma dei luoghi ideali per scambiare idee ed informazioni con altri allevatori. Inoltre i giudizi dei giudici della razza, ovvero di persone esperte della razza che stiamo allevando, sono per noi indispensabili e necessari, per verificare che il nostro lavoro di selezione sia avviato sulla giusta strada che ci siamo a priori stabiliti. Anche iscriversi e partecipare alle expò ha un costo, per niente trascurabile.

Giustamente mi direte che nessuno mi ha obbligato ad iniziare ad allevare; giusto, vero e condivisibile, così come è vero che nessuno obbliga chicchessia ad acquistare un gatto di razza, ma è altrettanto condivisibile il fatto che nel momento stesso in cui decido di allevare così come di acquistare un gatto di razza, sia consapevole del fatto che ciò ha dei costi, proporzionali alla qualità di ciò che si sta acquistando e, dal momento che l’acquisto di un pet di razza prevede l’acquisto di un altro essere vivente, questo costo non dovrebbe quantomeno prescindere dal pretendere minimo un soggetto sano, calmo ed equilibrato, tanto quanto stabilito dagli standard di razza.

Spesso ci sentiamo dire, si ma in giro nei vari siti che promuovono la vendita di animali, si trovano gatti della stessa razza a prezzi molto più bassi. Poi magari parlando con queste persone ci si accorge che le persone precedentemente chiamate, cedono i loro gatti senza pedigree, (ma tanto a me non serve perchè a me occorre un gatto di casa, non devo fare ne expò ne allevamento), però poi non si è accennato neanche a quel che concerne i diversi controlli sanitari auspicabili li dove non sono obbligatori, sia dei riproduttori sia dei cuccioli, per non parlare poi di un regolare contratto di cessione sottoscritto dalle due parti in questione. 

CHIARIAMO MEGLIO QUESTI CONCETTI.

Il pedigree non è un documento che permette a chiunque di partecipare ad expò, in quanto questo documento è  si necessario ma non sufficente. Per partecipare alle expò infatti, abbiamo bisogno oltre che del pedigree, anche di un soggetto che risponda allo standard nella maniera più ottimale possibile, questo non solo non capita con tutti i cuccioli di una stessa cucciolata, ma addirittura non è detto che capiti in tutte le cucciolate che nascono sempre dagli stessi  due riproduttori. Quindi nel caso di un gatto da expò o giudicato tale, quel che si paga è la rarità che questi soggetti possano nascere, almenochè non si ricorra ad un inbreeding molto stretto, il quale sicuramente innalza la qualità morfologica e fenotipica dei cuccioli, ma ne mina anche in maniera esponenziale la qualità genetica, per cui questi cuccioli sono soggetti a tutta una serie di tare genetiche, che poi ci costano in termini di spese veterinarie ed emozionali.

Il pedigree quindi è una garanzia che ci permette di visualizzare tutti i soggetti antenati del nostro cucciolo e dal quale si evince quali altri allevatori hanno contribuito in maniera indiretta alla nascita del nostro cucciolo; tanto è vero che dal 30 dicembre del 1992, con l’entrata in vigore del decreto legge 529, è fatto obbligo a tutti gli allevatori di cedere i loro soggetti di razza, solo ed esclusivamente muniti di pedigree, chiunque non si assoggetta a questo decreto, viola di fatto la legge, e vi sta potenzialmente tirando un bidone, che magari costa poco ma sempre bidone è, ANCHE E SOPRATTUTO SE A FARLO E’ UN NOTO ALLEVATORE.

E’ ARCINOTO INFATTI CHE VI SONO MOLTI ALLEVATORI DI PERSIANI CHE CONTINUANO AD ALLEVARE CON SOGGETTI PKD POSITIVI, PERCHE’  TALI SOGGETTI SONO DEI CAMPIONI DELLA RAZZA.

LA PKD E’ UNA MALATTIA GENETICA TIPICA DEL PERSIANO E DI TUTTE LE ALTRE RAZZE CHE CON IL PERSIANO IN PASSATO SONO STATE IBRIDATE, ED E’ UNA PATOLOGIA MORTALE, CON UNA DIFFUSIONE NELLA RAZZA DEI GATTI PERSIANI CHE E’ PARI A CIRCA IL 30% DEI SOGGETTI RIPRODUTTIVI.

Prendere un persiano senza pedigree, e senza che tutti i soggetti interessati alla riproduzione siano stati sottoposti a dei preventivi esami diagnostici sanitari, quindi senza garanzie, ci espone al fatto di poter prendere un gatto affetto da diversi tipi di patologie gravi, in alcuni casi purtroppo fatali.

Molto meglio in questi casi, rivolgersi ad un gattile comunale e andare a scegliere il proprio gatto in una simile struttura, anche perchè un persiano senza pedigree, è per lo Stato Italiano un gatto meticcio a tutti gli effetti, anche se figlio di campioni.

BELLO IL PERSIANO, MA QUANTO MI COSTA ??!!!!ultima modifica: 2013-01-23T10:30:00+00:00da annaepino
Reposta per primo quest’articolo
Questa voce è stata pubblicata in BELLO IL PERSIANO, MA QUANTO MI COSTA ??!!!!. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento